PORTO CON ME QUELL’ALBA

porto con me quell’alba
preceduta da stelle
che illuminavano
il silenzio,
mi accompagna da tempo,
pizzica la mente
rubandola alla realtà,
esplode dentro polsi
che sembrano scoppiare,
afferra il mio corpo
e lo scaraventa
oltre il muro dell’infinito,
rallento,
deglutisco,
asciugo perle di sudore,
controllo un lieve tremore,
continuo ad inghiottire saliva
che il cuore manda sù,
chiudo gli occhi
e scorro mille fotografie,
compongo un collage
di parole ricevute,
immagino le mani
come artigli
che graffiano quello che possiedo,
mi guardo
e mi vedo oltre,
come un ologramma
che ha tentato
il passo successivo…
sarò pronto?

(bruno)

Annunci

Informazioni su iviaggidibruno

https://viaggioacuore.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Poesie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a

  1. poetyca ha detto:

    Quando bussa non chiede permesso,
    non lascia il tempo di un respiro:
    ricordi, momenti andati e quelle attese future…
    tutto rotea come caleidoscopio di colori
    sino al perdere il senso del percorso.

    Siepe oltre il buio dove tutto ricomincia
    o resta segreto senza voce.

    Un sorriso
    Daniela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...