HO VISTO IL MARE D’INVERNO

Ho visto il mare d’inverno
da subito uno scorcio
immobile
prima di schiantarsi contro il cielo
mi ha macinato il cuore
tutto in un silenzio senza gabbiani.
Voglia di restare appeso sopra
da un filo che rilega
un libro bianco senza parole.
E sono andato lontano
a cercare caselle di memoria
odori e vento
sabbia di una clessidra
che si sbriciola nel racconto
come tempo che rinasce
fragile castello
che ritornerà al suo mare.

(bruno)

Annunci

Informazioni su iviaggidibruno

https://viaggioacuore.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Poesie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. poetyca ha detto:

    Fragile

    Fragile…
    Fragile è il castello della malinconia,
    aliti di vita che si nascondono
    come gocce di pioggia sui vetri.
    Mentre dietro cortine di nebbie
    il cuore intirizzito
    ascolta una nenia lontana.

    Fragile…
    è un vetro appena soffiato
    da un vecchio maestro di Murano
    che oramai lavora a memoria
    e forgia animaletti per bambini distratti
    che scalpitano per correre a giocare
    tra pozzanghere che specchiano la luna.

    Fragile…
    fragile profumo speziato
    inonda l’anima
    sulle note di una ferita
    mentre un callion suona
    e la ballerina s’illude di essere l’etoile
    sullo stacco finale della morte del cigno.

    11.12.2010 Poetyca

    Fragile …
    fragile carta velina
    incarta paura,
    strappa una lacrima
    e fa cadere
    un castello di carte
    che il vento soffia lontano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...