CAOS

Ha cadenza lenta
quel tram di città
con finestre velate
dallo sporco del progresso.
Non segue la forza degli zoccoli
e l’istinto di andare.
Strana transumanza
simile negli odori
e nel sudore.
Grida di mandriani
su cavalli di ferro.
Neanche uno sguardo
a quella fontana
che zampilla da sola.
Tutto l’importante in quella corsa,
scrollati dai fianchi degli altri.
Sobbalzo di frenata
e il risveglio di ribellione.
Quel giogo e quel morso
non mi avranno.
Non voglio inciampare in quella notte
fatta dello stesso buio
sempre uguale.
Fatta per quelli che non amano.
Io amo!

(bruno)

Annunci

Informazioni su iviaggidibruno

https://viaggioacuore.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Poesie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. poetyca ha detto:

    Destinazione anonima

    Trappole luccicanti
    ammiccano in richiamo
    per le corse senza nome
    dove tutto respira
    boccate di noia

    Folla dagli occhi cuciti
    nessuno sporge uno sguardo
    verso il brulicare di piazze
    tra uscite ed entrate
    si respira rassegnazione

    28-02-2011 Poetyca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...