LA ZATTERA

Mi sono svegliato
con un vento leggero
ma disordinato
sono salito
clandestino
senza biglietto
più fragile della fronda di un albero
il futuro investito
nella suola delle scarpe
un pugno nodoso
e una stretta forte
per governare un drappo bianco
nell’anima
un vocabolario
che conosce la vita
e una spiaggia
che scriverà su quel drappo
la sua sentenza.

(bruno)

Annunci

Informazioni su iviaggidibruno

https://viaggioacuore.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Poesie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. poetyca ha detto:

    Svegliatemi presto

    Non conosco parole
    per dare voce
    all’inconoscibile
    ma afferro strettamente
    speranze mai sopite

    Svegliatemi presto
    perché io possa capire
    dove mi conduce il passo
    tra folate di silenzio
    e la vita da abbracciare

    11.05.2011 Poetyca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...