BINARI

Sei come un treno

che si porta via un addio.

Solo, oltre i respingenti dei binari,

lancio un filo spezzato

a due lucciole rosse intermittenti.

Alle mie spalle

eleganti cestini

differenziano il mio vuoto.

Esco dalla stazione,

mentre un sibilo

ferisce già la nebbia di campagna.

Le tasche sorreggono

due braccia stanche.

Biglietterie chiuse.

Non chiedermi cosa farò.

Annunci

Informazioni su iviaggidibruno

https://viaggioacuore.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Poesie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. poetyca ha detto:

    Viaggio della memoria

    La vita è viaggio
    della memoria
    o attesa
    alla prossima stazione
    per riavvolgere in nastro
    di occhi lucidi
    di nostalgia
    che straripa
    senza bussare

    Una piccola insenatura
    scavata nel cuore
    custodisce ancora
    luci e voci
    ancora calde
    sotto la cenere
    del tempo andato
    in punta di piedi
    per non disturbare

    Mano aperta
    pronta ad afferrare
    lembi magici
    apparsi dal nulla
    che colorano il grigiore
    di passi strascicati
    dalla fatica
    in attesa sui binari
    di questa stazione

    E tra una schiarita di voce
    restano vane
    tutte le parole
    bagnate e timide
    piccole danze
    come farfalle
    schiudono le ali
    di un lungo sospiro
    che non sa finire

    20.12.2011 Poetyca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...